Blog

Il nostro bla bla bla

“L’Italia senza la Sicilia non lascia alcuna immagine all’animo” (Goethe)

Abbiamo scelto consapevolmente di non includerla nella sezione del nostro sito web “nelle vicinanze” ma, senza alcun dubbio, il B&B Casa Mia è vicino Taormina, una delle località turistiche più famose della Sicilia.

Personaggi illustri, artisti e non, sono rimasti colpiti da questa splendida isola, in particolar modo da questa elegante cittĂ . Noi del B&B Casa Mia abbiamo scelto di mettere in evidenza quanto di piĂą importante da visitare.

Passeggiando per il Corso Umberto, la via principale di Taormina (delimitato a Nord da Porta Messina e a Sud da Porta Catania), che in epoca greco-romana rappresentava il principale asse viario, ci si immerge in un piccolo viaggio attraverso numerose testimonianze architettoniche ed artistiche di epoche diverse. Si attraversano 3 piazze ( Piazza IX Aprile, Piazza Duomo e Piazza Vittorio Emanuele) e ci si perde fra panorami mozzafiato e chiese e monumenti deliziosi.

Piazza IX Aprile

E’ la piazza più famosa di Taormina, caratterizzata dai localini all’aperto e costruzioni storico / religiose, sede dei caratteristici ritrattisti.

Teatro Antico

…“Bisogna ammettere che mai un pubblico di teatro ha avuto davanti a sé uno scenario simile”…

..L’arte si valse dell’opera della natura, e ridusse il semicircolo ad anfiteatro, chiudendolo per mezzo di mura e di altre costruzioni in mattoni, e formando le gallerie, e le volte…

Goethe, 1787

Edificato dai greci (III sec. a. C.) che scelsero lo scenografico promontorio quale spettacolare ambientazione per le loro rappresentazioni drammatiche e musicali, il Teatro nel II sec. d. C fu modificato e ampliato dai romani che trasformarono la scena e l’orchestra in un’arena dove avevano luogo i combattimenti tra i gladiatori e gli spettacoli di caccia. Questa meravigliosa opera architettonica dall’acustica perfetta, ospita da diversi anni nella stagione estiva, concerti e manifestazioni culturali, come il Taormina Arte, conosciuto e apprezzato per il suo ricco calendario di eventi musicali, teatrali, di danza e di cinema.

Il Duomo

La Cattedrale di San Nicola con la facciata in pietra, edificata intorno al 1400 sui resti di una chiesa duecentesca, la Cattedrale ha subito diversi rifacimenti, come testimoniano il portale principale del 1636 e i due portali laterali risalenti al Quattrocento (quello sul lato sinistro) e al Cinquecento (quello sul lato destro). L’interno è a croce latina con tre navate e tre absidi. Sei colonne monolitiche (tre per lato) in marmo rosa sormontate da capitelli decorati sostengono la navata centrale dal soffitto ligneo. Di fronte al Duomo si può ammirare la fontana seicentesca di gusto barocco costruita su gradoni circolari circondata da quattro graziose fontanine laterali. Da notare, al centro della fontana, il simbolo della città di Taormina, ovvero la centaura incoronata che nella mano sinistra regge il mondo e, in quella destra lo scettro del comando.

Palazzo Corvaja

Deliziosa villa gentilizia che si trova nel centro di Taormina, nella piazza  che un tempo era l’antico foro romano. Di fattura araba sono le merlature della torre, di stile gotico- catalano sono le finestre bifore che si aprono sull’austera facciata, e il portale d’ingresso, normanna è invece, la sala quattrocentesca in cui si riuniva il Parlamento. Residenza della nobile famiglia dei Corvaja dal 1538 al 1945, in seguito il Palazzo subì un lungo periodo di degrado e abbandono. Restaurato per volontà del Comune, il palazzo oggi è sede dell’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo ed ospita un interessante museo di arti e tradizioni popolari siciliane.

Il Palazzo dei Duchi di Santo Stefano

E’ considerato un capolavoro dell’arte gotica siciliana, caratterizzato da una mescolanza di elementi arabi e normanni. Acquistato negli anni ’60 dal Comune di Taormina, il Palazzo oggi è sede della Fondazione Mazzullo, con un’esposizione permanente delle opere di scultura e di grafica dell’artista messinese.

Villa Comunale

I bellissimi giardini pubblici intitolati al duca di Cesaró, erano in origine un parco privato nato per volontà di Lady Florence Trevelyan Cacciola. Realizzato come un tipico giardino all’inglese, il parco fu riempito di una grande varietà di fiori e piante provenienti da tutto il mondo e adesso rappresenta un’oasi di piacevole tranquillità.

Ovviamente non finisce qui, ma la lista e lunga e il resto lo teniamo per i nostri clienti!!!!

A presto!!!!!!!!

 

ADD YOUR COMMENT