Blog

Il nostro bla bla bla

Autunnando in quel di Taormina e dintorni…

L’aria non è più calda come durante i mesi estivi, ma di giorno si sta ancora in maniche corte e non solo…

Dall’ufficio vedo ancora tanta gente in spiaggia che approfitta dei mesi migliori per fare i bagni e godere al meglio di Giardini Naxos e Taormina. Eh si, Settembre e Ottobre secondo me sono i mesi migliori per chi odia il caos, per chi vorrebbe rilassarsi e visitare quanto di più bello e di più buono questo versante della Sicilia possa offrire, evitando di patire le conseguenze del caldo e della confusione.

Inoltre è il periodo delle Sagre, occasione imperdibile per tutti i fans della VERA SICILIA!

In effetti durante il periodo autunnale quasi tutti i paesi si risvegliano dal caldo offrendo le loro specialità, vino, il vino alle mandorle che personalmente amo (sto linkando il Bar per eccellenza della Zona, il Bar Turrisi!) nocciole, funghi, pistacchi, salsiccia, liquori, cioccolato (e chi più ne ha li aggiunga pure) con l’accompagnamento di escursioni guidate,  artigianato locale, danze popolari, musiche folkloristiche, degustazioni più generali, mostre ad hoc, piccoli concertini, in un vortice di allegria tutta siciliana!

Ed oggi scriviamo di: Zafferana Etnea. Ho accennato qualche piccola curiosità su questa graziosa città nella pagina “Nelle Vicinanze”, ma oggi voglio promuovere una grande Manifestazione che si ripete da anni ma che allo stesso tempo risulta essere sempre nuova, sempre diversa e sempre “leccorniosa!”, la festa dell’Ottobrata 2014 e, in riferimento all’ultima giornata del programma, “La Sagra delle Castagne e del Vino” (26 ottobre).

La programmazione è ben studiata ed è anche attenta a chi è intollerante al glutine e, come i miei ospiti sanno, essendo molto attenta anche io alle intolleranze alimentari (il B&B Casa Mia pensa alle colazioni di tutti!), posso garantire che ci sarà uno stand proprio dell’Associazione Italiana Celiachia, con piatti tipici ma senza glutine!

Ovviamente ciò che vi consigliamo è: raggiungere il nostro B&B di Sabato, fare una bella passeggiata pomeridiana a Castelmola, cenare a Taormina per poi digerire gironzolando per le viuzze della città (per chi ancora non lo sapesse, molti pubs e ristoranti, così come tanti negozietti (non preoccupatevi, molti li troverete ancora aperti proprio per accontentare gli orari di tutti) li trovate solo salendo e scendendo i gradini di queste piccole vie!

Non fate tardi, si rientra al B&B per dormire e per risvegliarsi presto la Domenica mattina (eh si, vi viziamo, diteci voi quando volete fare colazione, ovviamente non oltre le 10:00 però!!!). Si parte, in direzione Zafferana Etnea perché già alle 8:30 sono previste le escursioni, con 2 Itinerari: medio e medio-bassa.

Siete pigri? Non preoccupatevi, ci saranno tanti banchetti tutti da visitare con calma, fino alle 24!

Non mi sono dimenticata dell’arrivo dell’autunno nemmeno in cucina. Per domattina ho appena sfornato:

Torta alle nocciole:

150gr di nocciole già sgusciate – 110 gr di burro a temperatura ambiente – 15 ml di latte – 250gr di zucchero – 3 uova – 110 gr di farina (anche senza glutine) – pizzico di sale – un cucchiaino di lievito vanigliato per dolci, zucchero a velo q.b.

Forno a 180° subito! E’ sempre il primo passo da fare quando si fanno le torte perché deve essere ben caldo. Tostare le nocciole, poi tritarle grossolanamente. Sciogliere il burro in un padellino, unirlo allo zucchero poi aggiungere le uova, il latte, la farina, il lievito ed un pizzico di sale, mescolare il tutto e solo dopo aggiungere le nocciole tritate e rimescolare. La mia tortiera è in silicone, quindi basta versare il tutto ed infornare, per le tortiere normali, imburrare e al posto della classica farina (per evitare le sfumature di bianco) tritare finemente 50gr di nocciole ed infarinare la teglia con la farina ricavatane.

Lasciare cuocere in forno (senza aprire!) per 30 minuti ca. – Il mio consiglio: a 30 minuti, fare la prova dello spiedo in legno (se resta del composto lasciatela in forno altri 5 minuti, portando la temperatura a 170°). Una soffice cascata di zucchero a velo per dare quel tocco di dolcezza e bellezza in più e LA TORTA è FATTA!

Gnammmm, ovviamente la prima fetta è sempre per noi, la restante torta invece è tutta per voi!

A presto

Valeria

ADD YOUR COMMENT